Home Acque e bibite Acqua d'orzo: sull'orlo dell'estinzione

Acqua d'orzo: sull'orlo dell'estinzione

Essere uno bevanda molto popolare sopravvivono a malapena in un piccolo chiosco in Calle Narváez a Madrid. Non c'era festa che non lo avesse orzata. Vi raccontiamo tutti i dettagli di questo peculiare snack che resiste al boom dei marchi commerciali.

Acqua d'orzo: una bevanda curiosa

El orzata è una bevanda rinfrescante della provincia di Alicante ed era molto popolare nei caffè di Madrid del XNUMX° e XNUMX° secolo, la cui origine risale alle acque aromatiche, intruglio tipico del XNUMX° secolo. Attualmente non ci sono quasi posti dove viene servito, tranne che in alcuni punti della provincia levantina e a Madrid. A titolo di curiosità, va notato che in paesi come il Costa Rica o il Perù ci sono bevande simili.

Questa bevanda analcolica è preparata da a infuso di chicchi d'orzo, che vengono cotti per tre ore. Il liquido ottenuto viene filtrato e addolcisce con zucchero, limone o miele. Di solito viene servito freddo, accompagnato con ghiaccio, poiché è progettato per rinfrescare i caldi mesi estivi della Comunità Valenciana e della capitale della Spagna. I loro a basso costo lo fece considerare una bevanda umile.

orzata
Un bicchiere d'acqua d'orzo. / Fonte: Ricetta Bimby

Un chiosco con un sacco di storia

Come abbiamo già detto, sono rimasti pochissimi posti a Madrid dove viene servito. Il più popolare è nel via Narvaez numero 8, nel Distretto di Salamanca. È il Kiosko de Miguel y José. Dal 1944 la famiglia Guilabert ha aperto la sua leggendaria horchata e orzata, un'azienda giunta alla quarta generazione. I suoi nonni Francisco e Francisca emigrarono da Crevillente, Alicante, all'inizio del XX secolo.

Nel 1910 hanno iniziato la loro attività di bevande in a piccola macchina in via Cedaceros, accanto al Congresso dei Deputati. Era una piattaforma di legno bianco adornata con infissi e vasi dell'epoca. Successivamente si sono spostati molto vicini, esattamente a Plaza de las Cortes. Durante la guerra civile si trasferirono nella loro città natale, e nel 1944 tornarono a Madrid, stabilendosi nel luogo in cui si trovano oggi.

orzata
Chiosco Miguel y José in Calle Narváez a Madrid. / Fonte: Telemadrid

Una tappa obbligata

I passanti, anonimi o famosi come Alaska, Mario Vaquerizo, Nieves Herrero, tra molti altri, hanno il sosta obbligatoria il chiosco dei fratelli Guilabert. I residenti della zona aspettano con ansia l'arrivo dell'estate per potersi godere varietà di bevande, specialmente da l'orcata e orzata.

Per tutto il giorno vendono circa 150 litri delle sue bibite più apprezzate, come quelle sopra citate, a cui si aggiungono le granite sciroppo di limone o menta, popolarmente chiamato Gusalim. I proprietari preparano questi snack in un luogo tutto suo situato nella zona denominata Dehesa de la Villa.

orzata
Campo d'orzo, ingrediente principale di questa popolare bevanda. / Fonte: produzione dell'orzo

Acqua d'orzo e altri alimenti in pericolo

Per anni, la Comunità di Madrid collabora con le organizzazioni alimentari e le amministrazioni locali nel promozione dei prodotti che stanno scomparendo dai mercati e dalle case della regione. Tra questi cibi ci sono i colleghi. Questo ortaggio, simile al carciofo, era molto diffuso sulle tavole madrilene, soprattutto nelle tortillas.

Ma senza dubbio, dove si sta facendo più lavoro è nel recupero di il cece. Questa pianta popolare veniva utilizzata per fare la farina, ingrediente essenziale per la porridge di manchego che si mangiavano anche nel sud della comunità. Il pisello fu insultato durante la Guerra Civile, poiché a quel tempo il suo consumo eccessivo provocava molte persone latirismo contratto, una malattia neurodegenerativa.

Qualsiasi azienda è obbligata a farlo proteggere i propri usi e costumi e la gastronomia lo è. Tradizione e attualità vanno di pari passo. Il orzata Fa parte di questa lista rossa di alimenti in via di estinzione. Una bibita che i fratelli Guilabert cercano di non perdere dalla loro umile chiosco. Quando visiti Madrid, non esitare a fermarti e goderti questa bevanda rinfrescante.

 

 

quota