Home Attualità Corona: la regina delle birre

Corona: la regina delle birre

la marca della birra Corona È diventato il numero uno della lista per un altro anno birra 50 2022 da Finanza del marchio. Un elenco in cui compaiono tre spagnoli. Com'è questa classifica del birre più pregiate al mondo? Ti diciamo tutto.

La corona regna in alto

la compagnia messicana Corona è per il quarto anno consecutivo il marchio di birra più pregiato al mondo. Questo è ciò che mostrano i dati del rapporto birra 50 2022 da Brand Finance, una società di consulenza indipendente esperto in strategia e valutazione dei marchi. Nonostante le avversità causate dalla pandemia COVID e dalla chiusura degli stabilimenti, l'azienda ha aumentato i suoi profitti del 22%.

Secondo l'ultimo studio, il valore del marchio è di circa sei miliardi di euro il suo principale concorrente, Heineken molto vicino, con poco più di cinque miliardi. E che la società olandese ha aumentato i suoi profitti del 24%. È curioso come il rapporto indichi che molti dei consumatori abituali di Corona si sono rifiutati di continuare ad acquistare detta birra a causa della somiglianza del suo nome con il Coronavirus.

corona
Bottiglia di birra Corona su una spiaggia paradisiaca. / Fonte: Pixabay

Un'azienda con una lunga storia

Corona è un birrificio di fama mondiale creato in Messico dello spagnolo Braulio Iriarte. Sebbene non abbia perso le sue radici latinoamericane, attualmente appartiene al gruppo belga AB Inbev. Emerse nel 1926 e nonostante i suoi inizi fossero difficili, a poco a poco ha saputo farsi un buco, soprattutto grazie al logo e alla bottiglia facilmente riconoscibili. Il 1935 fu l'anno del suo assoluto decollo, grazie ad a potente strategia pubblicitaria.

Questa strategia è proseguita nei decenni successivi, sempre molto presenti nei cambiamenti sociali e problemi economici che il Messico ha sofferto, soprattutto in termini di infrastrutture. Nel 1964 presenta la varietà Corona Hogar, una birra espressamente creata per le umili famiglie. Poi sarebbe arrivata la sua apertura al mercato internazionale e la sua prima sponsorizzazioni di squadre sportive. Attualmente è distribuito in 170 paesi nei cinque continenti.

corona
Campagna pubblicitaria. / Fonte: Corona

Il più prezioso non è il più forte

Nonostante la birra Corona è il più prezioso secondo la classifica di Brand Finance, non è il più forte del mercato. Questo onore è detenuto da birrificio brahmana, con un punteggio di 93 su 100 nel BSI Brand Strength Report. Il marchio brasiliano, anch'esso appartenente al gruppo AB Inbev, è a marchio consolidato nel mercato delle bevande alcoliche da decenni.

Fondata nel 1880, la sua ampia varietà di birre È stato accolto molto bene nel mercato mondiale. La sua birra tradizionale si distingue per la sua consistenza cremosa di malto e per i suoi tocchi fruttati. Come se non bastasse, il brand di Rio de Janeiro vuole continuare a rafforzare i suoi legami con il Paese in cui è nato. Tra queste misure spicca l'accordo siglato con il marchio della carne Wessel per promuovere l'accoppiamento di questo succo d'orzo e le tradizionali grigliate.

corona
Spighe d'orzo, ingrediente principale della birra. / Fonte: Pixabay

Cruzcampo: lo spagnolo che sale di più

Il birrificio sivigliano Cruzcampo è l'unico marchio spagnolo che aumenta il suo valore nella classifica di Brand Finance. Nonostante questo aumento, Estrella Damm continua a guidare alle aziende del nostro paese nella lista che porta Corona. Sebbene la sua crescita sia aumentata del 3% rispetto all'anno precedente, la birra di Siviglia è quella che ha recuperato il peggio dalla pandemia, dal momento che registra perdite fino all'11% dall'inizio della malattia.

Nonostante i dati positivi dei marchi spagnoli, il nostro mercato della birra perde vapore. Ed è che le diverse crisi economiche e sociali hanno avuto un impatto molto forte sul mondo, compreso il nostro Paese. Anche così, gli Stati Uniti sono, con undici marchi, il territorio di maggior valore nella classifica, davanti ai Paesi Bassi. In nona posizione è la Spagna, contribuendo con milleottocento milioni di euro.

La birra è una delle bevande alcoliche preferiti dai consumatori, in Spagna e nel resto del mondo. Ed è che il succo d'orzo, con le sue diverse varietà, è un prodotto ricco, pieno di sfumature e con molteplici benefici. E tu, sei d'accordo con i dati che posti Corona tra i favoriti?

quota