Home Gastronomia Mojo picón: personaggio delle Canarie

Mojo picón: personaggio delle Canarie

Sicuro che conosci il mojo piccante. La salsa caratteristica delle Isole Canarie ha una storia tanto particolare quanto sorprendente. Ci sono anche diversi modi per prepararlo che sicuramente non conoscevi. Scopri di seguito tutti i segreti dell'iconico piatto dell'arcipelago.

L'origine di questa salsa

Risale al tempo della conquista di America. I isole Canarie Erano un luogo di passaggio sulla rotta verso le colonie a causa della loro posizione geografica. È stato un punto chiave nel commercio di spezie tra America, Africa ed Europa. Quindi, comprendiamo che il nome del mojo piccante deriva dal portoghese: muffa. È diventato un condimento multi-corso assolutamente fondamentale a causa del patrimonio aborigeno delle Canarie. Le lezioni apprese dalla gastronomia di America Latina. Soprattutto quello venezuelano.

Mojo picón canario con patate rugose
Picón mojo delle Canarie con patate rugose: / Fonte: Pinterest

Lo trovate facilmente accompagnando il tipicissimo patate rugose. Molto diffuso è anche il suo utilizzo nelle carni o in alcuni formaggi. Per non parlare del suo utilizzo sui tonni. Si tratta di pesce pescato in modo tradizionale. Le specie che compongono il gruppo sono le fusto o bella del nord, pinna gialla o albacore, tonno o tonno e obeso o tonno di ginestre.

Proprietà nutrizionali

Ciascuno degli ingredienti del mojo piccante apporta le sue virtù alla salsa. Indubbiamente, tra questi ce ne sono alcuni molto rilevanti. L'aglio aiuta a prevenire il raffreddore stimolando il sistema immunitario. Inoltre favorisce la circolazione. Un'altra caratteristica sono i minerali (zolfo, ferro e silice) e Vitamine (A, B1, B3, B6 e C) hanno contribuito. La sua concentrazione dipenderà dall'uso e dalla quantità degli ingredienti. Si distingue anche per le sue proprietà antiossidanti. Come se non bastasse, fa bene agli occhi grazie al pepe Rosso.

Come preparare il mojo picón a casa?

La ricetta non è estremamente complessa. Anche se non sei delle Isole Canarie, puoi metterlo in pratica senza troppe difficoltà. Certo, potrebbero esserci delle differenze con quello che ti servono sulle isole. Il principale deriva dalla sostituzione di peperoncino da peperoncino di cayenna. Questa prima è una specie davvero difficile da trovare al di fuori dell'arcipelago.

La prima di tutte sarà sbucciare mezza testa d'aglio e versarlo nel mortaio. Devi metterlo con il resto degli ingredienti: peperoncino, cumino, paprika dolce o piccante (dipende da cosa cerchi), 1200 ml di olio, 30 ml aceto y sal. Una volta che sono insieme potete usare un mortaio per schiacciarli, alla maniera tradizionale, o un comodo mixer. Il tuo compito è schiacciare il composto fino a renderlo omogeneo e un po' denso. Provalo e se vedi che manca un ingrediente, aggiungilo.

mojo picón in una brocca
mojo picón in un barattolo / Fonte: Pinterest

Quanti tipi di mojo picón esistono?

La ricetta di cui abbiamo appena parlato è quella di magia rossa. Questo è il più conosciuto e tipico anche se non è l'unico che esiste sulle isole. Ora che sai come è fatto il rosso, puoi capire la preparazione degli altri. Ad esempio, per il verde facciamo a meno dei peperoncini e della paprika dolce. Usiamo invece abbondanti cilantro freddo. Vale anche il prezzemolo. Oltre alle patate, viene utilizzato per accompagnare pesce e carne.

Un'altra varietà da considerare è la mojo di mandorle. Senza dubbio, un condimento molto nutriente. Per fare questo, sostituite i peperoncini con 70 grammi di mandorle e 15 grammi di peperoncino. Per la varietà mojo di pomodori secchi devi prima sbucciare un'intera testa d'aglio. A questo si aggiungono pomodori secchi sott'olio leggermente scolati, sale e peperoncino piccante. Il risultato sarà una versione meno conosciuta ma non per questo meno golosa.

mojo accanto a una patata rugosa
mojo accanto a una patata rugosa / Fonte: Pixabay

Le possibilità sono infinite. Può provare con una moltitudine di cibi purché mantenga l'autentica essenza del mojo. Per questo sarà fondamentale conservare ingredienti come aglio o paprika. La prova di ciò è che, sebbene non ci siano molti commenti sulle reti, ci sono persone che lo fanno mojo di banana. Da qui ti incoraggiamo a usare la tua creatività per trovare il mojo definitivo. Tuttavia, è necessario ricordare questa salsa come una parte impressionante dell'eredità culturale e gastronomica del popolo canario.

 

 

 

quota