Home Attualità Miele: inganno legale dei consumatori

Miele: inganno legale dei consumatori

Scopri il miele inganno! sebbene il Consumo di miele cinese in Spagna è più del 30% del consumo totale l'origine di questo paese non compare sulle etichette dei prodotti. Tutto questo ha reso il OCU e Coordinatore delle organizzazioni di agricoltori e allevatori (COAG) hanno fatto un'indagine. Di conseguenza, hanno revocato l'"inganno legale" per coprire queste informazioni al consumatore.

La legislazione attualmente ammette che il miele raccolto in Cina e importato da un operatore portoghese può essere etichettato come Spagnolo. Tutto perché la miscela di diversi mieli è considerata un processo. In questo modo la legge permette di etichettare questo miele con il origine che ha più del 50%. Quindi un miele può avere un 49% di origine cinese e 51% spagnolo ed essere considerato nell'etichettatura come miele spagnolo.

Inganno, confusione e poca trasparenza nel miele

Questo è il motivo per cui è sempre più difficile trovare miele cinese all'origine dell'etichetta, secondo i responsabili del OCU y COAG. In questo modo, i grossisti e i confezionatori di questo prodotto utilizzano lo standard che dice che "L'origine di una miscela sarà il paese di origine dei materiali che rappresentano più del 50% in peso della miscela". Il responsabile di settore dell'apicoltura dell'associazione dei datori di lavoro COAG Pedro Loscertales chiarisce che “Non crediamo che stiano commettendo illegalità. Riteniamo che sia l'applicazione della normativa comunitaria che statale analizzata la rendano più agevole”.

Tesoro. Foto: Pixabay

Ciò che è chiaro è che consumatore non si ricevono le informazioni effettive. Inoltre, questi standard incoraggiano la confusione e l'inganno. Anche quando si riscalda il miele durante il processo di miscelazione il polline viene rimosso che fornisce le informazioni botaniche dell'origine.

Sembra sorprendente che in 2021 stiamo ancora utilizzando solo l'etichettatura fisica nello standard e non digitale mediante Codici QR ad esempio. Si teme la trasparenza della tracciabilità, dell'analytics e di dare luce all'intero processo al consumatore, trattandolo come poca capacità di capire cosa c'è dietro il prodotto.

quota